lunedì 7 agosto 2017

HA “OSATO” CRITICARE LE COOP CHE LUCRANO SUI MIGRANTI: GIUDICE LE PIGNORA LO STIPENDIO PER RISARCIRE I COMPAGNI “OFFESI”


LINK SPONSORIZZATO

A marzo era stata condannata dal tribunale di Brescia per aver denigrato tre cooperative che si occupano di assistenza ai migranti, definendole enti che “con la faccetta misericordiosa di chi fa

 beneficenza stanno invece lucrando sul traffico di clandestini”. Adesso per la segretaria della Lega Nord di Orzinuovi, nel bresciano, scatta il pignoramento sullo stipendio per 14mila euro, per risarcire le tre cooperative.

La comunicazione arrivata nei giorni scorsi spiega che a breve inizieranno a trattenere le somme dal suo stipendio, “ma io sono una semplice impiegata“, replica Epis. Un anno fa la segretaria del Carroccio aveva postato su Facebook un articolo di un quotidiano locale che parlava di immigrazione, aggiungendo quel commento. Le tre cooperative in questione si erano rivolte così al tribunale. La giudice Lucia Cannella aveva considerato il post “denigratorio e offensivo laddove indica che i richiedenti asilo siano clandestini, atteso che che i richiedenti vengono degradati al rango di chi viola il Testo unico sull’immigrazione” e l’aveva quindi condannata perché “il post ha valenza irridente e sbeffeggiante ove indica le associazioni che danno ospitalità al soggetto come di chi opera ‘con la faccetta misericordiosa’ di chi fa la beneficenza attributivo di un fine illecito”. Il risarcimento previsto era di 6mila euro per ognuna delle cooperative, che avevano festeggiato la vittoria in tribunale assicurando che i soldi sarebbero stati utilizzati per progetti culturali a sostegno dell’integrazione”.

Gli avvocati di Epis hanno presentato una richiesta di sospensiva, l’udienza è fissata per settembre, ma intanto il decreto di pignoramento è partito. A sostegno della segretaria – che aveva avuto la solidarietà anche del leader leghista Matteo Salvini – è nato un comitato, che vuole provare a raccogliere anche fondi per le spese legali, ma è la stessa leghista condannata a rilanciare: “Mi sembra davvero impossibile che in un Paese democratico vengano sanzionate in questo modo le parole, non mi sembra di aver fatto nulla di male, per questo da semplice cittadina, trovarmi a dover risarcire persone già ricche e potenti, è qualcosa che ha dell’assurdo“.

1 commento:

  1. Non si può nemmeno parlare che subito ne trovano una x condannarti è che tipo di contratto anno fatto queste coop x i migranti?

    RispondiElimina

Loro tre continuano a sprecare i soldi degli italiani. Ecco le cifre monstre

LINK SPONSORIZZATO l’ultima delle idee che è venuta in mente a Matteo Renzi, a Sergio Mattarella, a Laura Boldrinie a Piero Grasso...